COVID-19 Linee Guida CMA

Care/i Colleghe/i,
Nell’ambito delle misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza da Coronavirus, a seguito del DPCM 8 marzo 2020 sono state sospese le visite ambulatoriali e gli esami diagnostici non urgenti e indifferibili. Conseguentemente è stata sospesa l’attività professionale dei medici ed odontoiatri che svolgono servizio pubblico per il Servizio Sanitario Nazionale in regime di convenzione, i quali hanno dovuto sospendere anche l’attività in Cassa Mutua Aziendale.

Anche la grande maggioranza dei medici e gli odontoiatri che svolgono esclusivamente la libera professione, seguendo le direttive dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, hanno sospeso l’attività professionale limitandola solo a visite in casi caso davvero urgenti.

La Cassa Mutua Aziendale, a seguito di quanto sopra descritto, il 9 marzo ha sospeso i propri servizi in linea con il senso di responsabilità richiesto in questa situazione e con il primario obiettivo di garantire la salute degli iscritti e di chi lavora all’interno della struttura sanitaria aziendale.

Con il supporto dell’Acciai Speciali Terni, la Cassa Mutua Aziendale in questo periodo ha realizzato tutti gli interventi per riprendere ad erogare prestazioni sanitarie in sicurezza durante l’emergenza da Coronavirus. A titolo esemplificativo e non esaustivo, sono stati completati i lavori di adeguamento degli accessi così da consentire ingressi regolamentati. Sono state predisposte le Linee Guida con i comportamenti che gli iscritti devono seguire per utilizzare i servizi della Cassa Mutua Aziendale (v. allegato). Per il personale medico e paramedico è stato elaborato il Protocollo Sanitario e previsto l’utilizzo di specifiche categorie di DPI, in accordo sia con le disposizioni vigenti sia con le procedure più accreditate, al fine di ridurre al massimo il rischio di eventuale contagio tra operatori e pazienti all’interno degli ambulatori medici e in particolare di quelli odontoiatrici. Attività straordinarie di pulizia e sanificazione quotidiane vengono svolte a cura di ditte specializzate e sono stati installati dispenser di gel idroalcolico per la disinfezione delle mani nelle sale di attesa e kit di sanificazione in ogni ambulatorio a disposizione dei pazienti e dei medici.

Siete invitati a prendere visione dell’allegato Linee Guida affinché possiate collaborare con il personale che lavora in Cassa Mutua Aziendale nell’applicare le procedure di prevenzione indicate. Attenendoci tutti alle semplici regole da adottare per prevenire il contagio, anche se sarà necessario un tempo maggiore per effettuare una vista o un esame, potremo prevenire il contagio negli ambulatori di viale B. Brin.

SCARICA QUI L’ALLEGATO:

COVID-19 LINEE GUIDA CASSA MUTUA AZIENDALE AST

In considerazione dell’interruzione dell’attività avvenuta il 9 marzo, il Consiglio di Amministrazione della Cassa Mutua Aziendale ha ieri approvato di riconoscere agli iscritti il rimborso delle prestazioni urgenti erogate all’esterno nel periodo di chiusura della Cassa Mutua Aziendale, da specialisti che operano all’interno del Servizio Sanitario della Cassa Mutua (non rimborsabili da Regolamento) secondo le percentuali previste dal Regolamento per le prestazioni rimborsabili.

Inoltre ha deliberato di analizzare, in occasione della prossima seduta di approvazione del Bilancio relativo all’esercizio 2019, l’andamento economico/finanziario della Cassa Mutua Aziendale relativamente al periodo gennaio-aprile 2020 e di individuare possibili destinazioni della eventuale disponibilità di contributi versati dagli iscritti nel periodo di chiusura, al netto di quanto necessario per l’erogazione dei servizi sanitari e di quanto prevedibile come costi straordinari per l’emergenza Coronavirus. All’esito di tale analisi il Consiglio di Amministrazione delibererà come utilizzare la disponibilità dei contributi versati nel periodo di chiusura della struttura e valuterà l’ipotesi di una assegnazione gratuita di ticket da utilizzare per prestazioni future o l’opportunità di riservare quei contributi ad investimenti e/o progetti che incrementino i livelli e le modalità di erogazione delle prestazioni sanitarie per gli iscritti della Cassa Mutua Aziendale.

Seguirà comunicazione sulla ripresa dell’erogazione dei servizi sanitari della Cassa Mutua Aziendale non appena vi saranno, da parte delle Autorità e/o degli Enti competenti, indicazioni che cambiano quanto indicato in premessa.