Previous Image
Next Image
L’attuale Cassa Mutua Aziendale è nata con atto costitutivo del 6 dicembre 1968 a seguito dell’accordo fra le Organizzazioni Sindacali e l’allora Servizio Sanitario della “Società Terni per l’Industria e l’Elettricità S.p.A.” il quale, a fronte della trattenuta dei contributi di legge previsti per l’assistenza malattia, forniva l’assistenza sanitaria in forma diretta ed indiretta nei confronti del solo personale impiegatizio (in sostituzione dell’Istituto Nazionale Assistenza Malattia). Successivamente, con l’accordo sindacale del 1997, sono state estese al personale operaio ed ai dipendenti delle società partecipate le prestazioni sanitarie erogate dalla Cassa Mutua Aziendale.
Leggi tutto

Regolamento

6  RICHIESTE DI PRESTAZIONI E DI RIMBORSO

6.1 Per le prestazioni erogate direttamente dalla Cassa Mutua l’assistito dovrà prenotarsi anticipatamente indicando espressamente il sanitario specialista prescelto, al quale consegnerà il/i ticket previsti per la prestazione. La prescrizione medica è necessaria anche per accedere alle prestazioni erogate direttamente: esami diagnostici strumentali e terapie fisiche.

6.2 Per le prestazioni indirette l’iscritto dovrà presentare “richiesta di rimborso” compilando i moduli predisposti.

La presentazione del modulo dovrà avvenire, di regola,  anche raggruppando più documenti di spesa, indipendentemente dall’evento morboso, non oltre i quattro mesi successivi a quello nel quale è stato emesso il primo dei documenti allegati al modulo stesso.

6.3 Il rimborso avverrà solo per spese che siano documentate ed accompagnate dalla relativa prescrizione medica.

Fatture o notule originali dovranno indicare i dati dell’emittente e del beneficiario della prestazione completi di codice fiscale, descrizione della merce acquistata o qualità delle prestazioni effettuate ed in particolare le notule mediche dovranno chiaramente indicare la specialità, il timbro e la firma dello specialista.

Dovrà essere applicata la marca da bollo da € 1,81  per documenti di importo superiore a € 77,47 non soggetti ad IVA.

Le parcelle emesse per importo totale ma elencanti diverse prestazioni eseguite (visita+esami vari) verranno liquidate d’ufficio 50% visita (70% di rimborso con un max di €125,00) e 50% come esame (50% di rimborso, fermo restando che l’ecografia non è rimborsabile)

6.4 Il Consiglio di Amministrazione potrà inoltre determinare modalità e limiti dell’utilizzo delle prestazioni erogate direttamente dal Servizio Sanitario.

6.5 In casi di particolare rilevanza la Cassa Mutua facoltà di concedere anticipi sulle spese sanitarie sostenute o da sostenere.



Download Allegati
News Nuovo Medico Vinciguerra
News Chiusura Agosto 2018
News Chiusura 30 Aprile 2018