Previous Image
Next Image
L’attuale Cassa Mutua Aziendale è nata con atto costitutivo del 6 dicembre 1968 a seguito dell’accordo fra le Organizzazioni Sindacali e l’allora Servizio Sanitario della “Società Terni per l’Industria e l’Elettricità S.p.A.” il quale, a fronte della trattenuta dei contributi di legge previsti per l’assistenza malattia, forniva l’assistenza sanitaria in forma diretta ed indiretta nei confronti del solo personale impiegatizio (in sostituzione dell’Istituto Nazionale Assistenza Malattia). Successivamente, con l’accordo sindacale del 1997, sono state estese al personale operaio ed ai dipendenti delle società partecipate le prestazioni sanitarie erogate dalla Cassa Mutua Aziendale.
Leggi tutto

Regolamento

5  RIMBORSI

5.1 Per le seguenti prestazioni i rimborsi indiretti vengono effettuati sulla base della spesa sostenuta e riconosciuta, nella misura sotto indicata per ogni prestazione:

a) visite specialistiche e interventi ambulatoriali (ad eccezione di quelli odontostomatologici), intendendosi per tali quelli effettuati da sanitario fornito di specializzazione che renda la sua prestazione nel settore specifico : 70%.

Per le visite specialistiche viene riconosciuto un tetto massimo di spesa di € 178,00 (massimo rimborsabile € 125,00) ed un massimo di n. 5 visite (esclusi  ticket S.S.N.) per tipo di specialistica .

Per gli interventi ambulatoriali (vedi 4.3) viene riconosciuto un tetto massimo di spesa di € 400,00 (massimo rimborsabile € 280).

b) degenze in cliniche o case di salute ospedaliera, comprese le cure, gli accertamenti, gli interventi ecc., al netto del contributo del  Servizio Sanitario Nazionale, ASL o Regione : 70% , con un massimo di spesa di € 18.443,00 (massimo rimborsabile € 12.910,00);

c) accertamenti strumentali (escluso ecografie non rimborsabili):

. 60% TAC e RMN

. 50 % altri accertamenti

d) esami di laboratorio : 50%;

e) sedute di psicoterapia, psicoanalisi e similari : €15,00 a seduta, fino a un massimo di 30 sedute/anno;

f) presidi ortopedici e protesi acustiche : 50%, soltanto per le seguenti voci e con i rimborsi massimi indicati per un solo intervento per anno solare:

.  busto ortopedico (max  € 178,00) con prescrizione del medico specialista

.  plantare (max  € 60,00) con prescrizione del medico specialista

.  ginocchiera (max  € 60,00) con prescrizione del medico specialista

.  apparecchi acustici (max  € 593,00) con prescrizione del medico

specialista

g) lenti e occhiali da vista : 70%

Il rimborso è previsto per un solo intervento per anno solare e per un rimborso massimo di € 130,00, per persona esclusivamente a fronte di prescrizione del medico oculista.

h) prestazioni odontoiatriche (ad esclusione dell’implantologia e delle protesi dentarie) e stomatologiche : vengono rimborsate nella misura del 60% della spesa per la terapia conservativa e chirurgica e del 40% per l’ortodonzia, tenendo presente come tetto massimo di riferimento il tariffario FASI.

i) vaccini antiallergici : 100% (max € 130,00) per un solo intervento per anno solare.

j) ambulanza :  100% ( max € 1.000,00) a condizione che il trasferimento del ricoverato venga richiesto dalla Struttura Ospedaliera.

5.2 Per interventi e ricoveri da effettuarsi all’ estero deve essere data preventiva comunicazione al Consiglio di Amministrazione.

5.3 Nel caso di ricoveri di minori di anni 14 per i quali necessiti la presenza di un accompagnatore, il Consiglio di Amministrazione determinerà di volta in volta l’ammissibilità delle spese, che non potranno essere rimborsate per un importo giornaliero superiore a € 30,00.

5.4 Gli importi dei rimborsi previsti potranno essere modificati dal Consiglio di Amministrazione della Cassa Mutua, con un preavviso di almeno due mesi. In casi di particolare urgenza, tale modifica potrà avvenire senza preavviso con tutela, peraltro, degli impegni già assunti dagli assistiti.

Casi particolari e non previsti potranno essere presi in esame dal Consiglio di Amministrazione, il quale ha facoltà di concedere contributi straordinari fino ad un importo massimo di € 1.500,00 (escluso spese odontoiatriche).

5.5 Sono escluse dai rimborsi le spese rese necessarie da incidenti traumatici derivanti da fatto di terzo o terzi responsabili sino a concorrenza delle somme eventualmente risarcite all’ assistito a qualsiasi titolo da o dai terzi responsabili o da chi per loro (Compagnie di Assicurazione). Pertanto eventuali rimborsi ricevuti dalla Cassa Mutua che trovano copertura nelle somme risarcite dovranno essere restituite alla Cassa Mutua medesima.

L’iscritto che per sé o per i suoi familiari venga a trovarsi nella posizione sopradescritta dovrà farne menzione nella richiesta di rimborso.



Download Allegati
News Chiusura 30 Aprile 2018
News Chiusura 05 Gennaio 2018
News Chiusura Dicembre 2017